Organi

Consiglio degli Amministratori

Il Consiglio degli Amministratori è composto dagli amministratori di diritto e ad personam.
Il Consiglio degli Amministratori è presieduto dal Presidente o, in sua assenza od impedimento, dal più anziano di età dei Vice-presidenti o, mancando anche questi, dal più anziano di età dei membri del Comitato direttivo o, in mancanza, dal più
anziano degli amministratori presenti.
Il Consiglio si riunisce su convocazione almeno una volta all’anno entro il mese di giugno del Presidente oppure di non meno di tre amministratori.
Il Consiglio degli Amministratori ha la funzione di promuovere e sovrintendere la realizzazione degli scopi della Fondazione e, oltre a quanto previsto altrove dal presente Statuto, gli spettano e gli competono:

– l’approvazione della relazione annuale sull’attività della Fondazione;

– l’approvazione dello stato patrimoniale e del rendiconto economico;

– l’approvazione del programma per l’anno successivo;

– lo stabilire a favore degli amministratori investiti di particolari cariche, eventuali emolumenti, medaglie di presenza o rimborsi spese anche forfetarie sostenute per ragioni dell’ufficio ricoperto, il tutto nell’ambito di quanto consentito dalla normativa vigente e purché non vi si possa configurare l’ipotesi di distribuzione indiretta di utili o avanzi di gestione;

– la delibera per l’eventuale scioglimento e liquidazione della Fondazione, e la devoluzione del suo patrimonio, come precisato al successivo art. l5.

Comitato direttivo

Il Comitato direttivo è composto da tre a nove membri nominati dal Consiglio degli Amministratori validamente riunito dopo averne stabilito il numero, che fintanto che sia materialmente possibile non deve essere inferiore a sette. I membri del Comitato direttivo durano in carica per un periodo di tre anni e sono tutti rieleggibili. Devono essere nominati in relazione alle loro attitudini e disponibilità ad assumere la responsabilità della carica.
Il Comitato direttivo viene convocato dal Presidente o da un Vice-presidente o da due membri almeno sei volte all’anno. È investito dei più ampi poteri per l’ordinaria e straordinaria amministrazione e può compiere tutti gli atti che ritiene opportuni per il conseguimento degli scopi della Fondazione, fatto salvo quanto statutariamente riservato ad altri organi della medesima. Il Comitato direttivo insieme al Presidente formula la relazione annuale, lo stato patrimoniale, il rendiconto economico, il programma per l’anno successivo, e quant’altro debba formare oggetto di esame per la presentazione al Consiglio degli Amministratori.

Presidente e Vice-presidenti

Il Presidente ed uno o più Vice-presidenti, facenti vece in caso di assenza od impedimento del Presidente, sono nominati nel proprio ambito dal Comitato direttivo. Durano in carica tre anni e sono rieleggibili.
Al Presidente ed al o ai Vice-presidenti spetta disgiuntamente la rappresentanza
legale della Fondazione.
Il Presidente vigila con la diligenza del buon “pater familias” sull’adempimento dei compiti istituzionali ed è responsabile di fronte al Comitato direttivo ed al Consiglio degli Amministratori della gestione del patrimonio della Fondazione,
dello svolgimento dei programmi deliberati, del regolare svolgimento delle
consultazioni e delle iniziative intraprese, nonché dell’ottemperanza alle disposizioni del presente Statuto e di legge.

Collegio dei revisori dei conti

I revisori dei conti sono nominati dal Consiglio degli Amministratori validamente riunito in numero di tre scelti tra i professionisti (notai, avvocati, commercialisti, ecc.) preferibilmente esercenti la professione in Biella o nel suo
circondario. Durano in carica tre anni e sono rieleggibili. I revisori dei conti hanno facoltà di assistere alle riunioni del Consiglio degli Amministratori e del Comitato direttivo.
Il Collegio dei revisori dei conti provvede al riscontro degli atti di gestione;
accerta la regolare tenuta delle scritture contabili; esprime il suo avviso sullo stato patrimoniale e sul rendiconto economico, mediante apposita relazione da presentarsi al Consiglio degli Amministratori.

Comitato scientifico

Il Comitato scientifico, qualora nominato, è costituito da non meno di tre persone, non necessariamente prescelte nel novero degli amministratori, nominate, revocate o sostituite dal Comitato Direttivo, che ne determinerà gli incarichi collegiali o individuali, in base a loro caratteristiche personali, morali, culturali, professionali, ed alle loro capacità, attitudini o meriti particolari, purché le persone così nominate facciano dichiarazione scritta di conoscere e condividere gli scopi della Fondazione.
Il Comitato direttivo potrà designare il coordinatore del Comitato scientifico.
Il Comitato scientifico coadiuva il Comitato direttivo nell’individuare ed analizzare i progetti culturali di particolare interesse per gli scopi della Fondazione. Può proporre al Comitato direttivo l’assegnazione di borse di studio e/o contributi di ricerca a
studenti, studiosi, ricercatori.